25 agosto 2006

Buddhismo

So amici che' e' una palla,ma oggi mi va' di farvi presente questo..
Non sono buddhista..,non ho il tempo di praticare e di studiare la materia, ma quello che voglio e' lanciare una conoscenza che da noi magari valutata cosi'.. con superficialita'..
Il Buddhismo..
Ne avrete sentito parlare immagino e mai magari vi siete informati di cosa si tratta,perche' noi..
ci sentiamo in colpa di non seguire cio' che ci hanno insegnato le nostre suore prima all'asilo e gli insegnanti di catechismo poi..
Ci sentiamo in colpa ad aprire altre conoscenze nel genere vero??
Bene.. ecco a voi un bel surrogato di religione.

Religione (termine, questo, che molti giudicano improprio, se riferito al
Buddhismo) universale a carattere salvifico-liberatorio, fondata sulla predicazione del Buddha. Assume connotazioni varie secondo le zone di diffusione. E’ una delle più grandi religioni del mondo perché pone come elementi essenziali dell’esperienza religiosa le tematiche del destino dell’uomo e il problema dell’angoscia, del dolore, della precarietà dell’esistenza umana, proponendo una sua originale via di superamento e di liberazione, fondamentalmente più filosofica che religiosa.

Buddha: (significa : l’Illuminato, il Risvegliato).Fu allevato in mezzo alle comodità e ad lusso principesco, si sposò ed ebbe anche un figlio. Incontrò le miserie umane: un vecchio, un cadavere, un mendicante. Questi tristi realtà della vita lo impressionarono profondamente. A circa 30 anni abbandonò tutto e tutti per condurre vita eremitica alla ricerca di una soluzione dell’enigma della vita.Comprese le Quattro nobili verità: sul dolore, sull’origine del dolore, sulla soppressione del dolore, sulla via che porta alla soppressione del dolore. Animato da profonda pietà per gli uomini e dal desiderio di salvarli, si diresse verso Benares seguito da cinque discepoli affascinati dalla bellezza della sua dottrina e percorse per oltre quarant’anni il Nord dell’India insegnando e predicando il suo messaggio di speranza e di felicità che si raggiunge non come dono dalla grazia di Dio ma come conquista del proprio intelletto e della propria volontà; ....anche perché su Dio..., Buddha preferì tacere.
Prima di spirare, rivolgendosi ai discepoli disse: "Ricordate, o fratelli, queste mie parole: tutte le cose composte sono destinate a disintegrarsi! Attuate con diligenza la vostra propria salvezza!"

Chi pratica il buddhismo non lo fa' solo per se'. Sarebbe un controsenso.

"L'uomo deve salvare se stesso con i propri sforzi, nessuno può fare per lui quel ch'egli deve fare per se stesso".


...Interessa???

4 commenti:

AlexD ha detto...

There is no way to happiness: happiness is the way.

Buddha

John Coffee ha detto...

If you want a brother, put your mother on your father; if your father is a gay....put your mother on the way!

john coffee

Scusate, so che è una boiata ma non ho saputo resistere... eheheheheh

tremetrisoprailcielo ha detto...

che fuori.......mi do al buddhismo....anzi no è un po' troppo triste per certi punti di vista io spero di stare alla larga dal dolore anche se impossibile ma le quattro nobili verità purtroppo si fondano solo sul dolore.....è un po' come la tua vita buddha ti rispecchia "A circa 30 anni abbandonò tutto e tutti per condurre vita eremitica alla ricerca di una soluzione dell’enigma della vita" sembra un po' quello che stai facendo te ma quando ti risveglierai e capirai che non tutto è fondato su questo che farai?grande dilemma troppo facile abbandonare tutto e tutti e poi??????!!!!!!

edoardopiu ha detto...

Si tratta di trovarSI.
Lo ribadirò all'infinito.
E tu, Tremetri, ti sei trovata?
La soluzione all'enigma della vita, dal mio punto di vista, è semplicemente il riuscire a dirsi la verità.