24 maggio 2007

Voi credete in Dio?

Ah John... A riguardo del destino...
E tu.. mi hai chiesto se credo in Dio?
Stammi a leggere...
Io non sono ne' Sgarbi ne' il profeta Isaia!
Sono semplicemente un uomo disperato.Qualunque cosa mi accada,anche la piu' banale,come uno o una che mi offre un caffe'...,io mi immagino ci sia sempre qualcosa dietro,e se in passato ho avute delle certezze...,e ne ho avute,ma non hai idea quante.. mi si sono sgretolate davanti agli occhi quasi tutte..
Tranne una..
Questa sigaretta che tu non puoi vedere..

Dio c'e'? Non lo so' tesoro e non lo posso sapere.
Dire di si' o affermare il contrario sarebbe una pure idiozia,o un atto di fede..e io non mi fido di me stesso, figurarsi di un tizio trasparente..


Inoltre ho il sospetto che, l'idea che dopo la morte non ci sia niente,abbia seminato il panico per millenni e su questo terrorre collettivo, si siano edificate chiese e moschee...,ma non e' questo il punto..
Il punto dicevo e' questa sigaretta che rigiro nelle mie dita..
Vedi carissima.?.,e' un semplice imballo di tabacco..con un filtro..,e io non ho la minima idea di come si possa costruire questo meraviglioso ageggio circolare,ne' tanto meno per quale razza di miracolo questo tabacco sia cosi' buono..
E se adesso mi affaccio alla finestra..e lo sto' facendo fidati..
..ecco.. vedo una casa, un uccello.. il sole ..
Queste cose.. la sigaretta, la casa, un uccello, il sole...
Voi le date per acquisite..io no, ne sono semplicemente sbalordito,e mi rallegreranno finche' campo..
Te..io.. la sigaretta l'uccello..e Elisabetta Canalis..siamo miracoli che la scienza puo' spiegarsi,ma io no!
Io ne saro sempre stupefatto e ingordo..
Per cui.. adesso mi fumo questa sigaretta alla tua salute..,che miracolosamente non mi fa' sanguinare le labbra..
Io credo in questo mistero splendido che e' la vita,e ce ne sarebbe da stupirsi per l'eternita'...dammi retta!!
Purtroppo abbiamo una scadenza come il latte,per cui non so' risponderti se credo o non credo in Dio o nel destino..
..e' un problema marginale...
..e non ho il tempo..!!


25 commenti:

John ha detto...

Beh, da dove partire? intanto non vorrei dire che non credo in dio, sarebbe falso, ma neanche che ciu credo, sarebbe ugualmente falso....diciamo che diciamo che non credo troppo alla/e religioni, secondo me sono tutte giuste e tutte sbagliate. Cerco di spiegarmi meglio (ammesso che ci riesca viste le botte in testa di ieri) la religione, per come l'ho vissuta o me l'hanno fatta vivere, la vedo come un qualcosa di molto ipocrita, e benpensante, occhio che con questo non offendo chi la pratica o ci crede (come invece fa al contrario qualcuno che conosci bene anche te mercante) ne voglio giudicare, è solo un mio parere; tuttavia non voglio neanche pensare che non esista nessuno là sù, che sia dio o chi per esso, che ci "guarda" e magari interviene leggermente in certe situazioni....
In conclusione diciamo che ci credo ma con moderazione va!

Vendostelle ha detto...

Botte in testa??
Quelle che ti ho reso io???
Hi hii hiiii ;-)

John ha detto...

No per la partita di domenica....x le tuie botte....beh devi fare ancora molta strada, ma sono sicuro che prima o poi arriverai quasi al mio livello ;D

Anonimo ha detto...

Ciao,
sono un navigatore della rete che, per non so quale coincidenza, è finito come un pesce nella vostra rete!
Lascio questo commento perché mi piace poter affiancare il mio parere al vostro, senza critica, a titolo di confronto.

Siamo esseri umani, pensanti, liberi. Questi privilegi che abbiamo rispetto alle altre specie viventi sulla terra ci devono far pensare!
Perché non è stata data la possibilità anche ai trichechi di provare emozioni o, più semplicemente, di progredire come è stata data agli umani?
La risposta è che, per Qualcuno, noi siamo i preferiti. C'è Chi ha puntato tutto su di noi, c'è Chi ci ama.
Proprio perché siamo amati sinceramente, siamo liberi di scegliere: credere o non credere!
Che amore sarebbe se fossimo costretti a credere? Sarebbe una tirannia!
Invece siamo liberi di credere!
Dio esiste, per tutti!

Ma prima di tutto siamo liberi di pensare! E questo è un diritto, ma allo stesso tempo è un dovere nei confronti dei nostri simili.

Dio esiste?
Credente: sì, ne sono certo.
Ateo: no, ne sono certo.

L'agnostico è una persona che non affronta il suo pensiero, è colui che non si confronta con le questioni essenziali che caratterizzano la vita e la morte delle persone! Chi non si confronta con le proprie domande cardinali, chi nemmeno pensa se qualcosa ci sia... beh, la penso come Blaise Pascal: non sono degni della mia stima.

Ciao

Vendostelle ha detto...

Il mio io e' pericoloso, perche' si fa' continue domande..
Mentre per me.. sono pericolose quelle persone che non se le fano piu'..e sopratutto per quelle persone che non hanno mai dubbi.
Ci fidiamo delle persone che hanno punti esclamativi solo,
IO preferisco continuare a fidarsi dei punti interrogativi di tutti...
Ah...,una cosa tengo a precisare...tesoro..,Spesso gli agnostici vengono accusati di essere indifferenti al problema della fede e di non avere alcun interesse spirituale o religioso. In pratica però molti di coloro che stanno attivamente cercando una fede o sono in dubbio, hanno effettivamente una posizione agnostica, paragonabile al dubbio metodologico nella filosofia.

Anonimo ha detto...

Certo: evviva chi si pone le domande, chi si mette in cammino su di una strada che si perde all'orizzonte,
chi si lascia spettinare da un vento che arriva da non si sà dove...
Evviva chi si mette in discussione.
Credo che il credente sia un continuo viaggiatore, credo che sia il custode della speranza: non ha nessuna certezza materiale che Dio esista, ma nel suo cuore sente che è così, e questo gli basta per continuare a cercarlo, o cercare ogni suo segno.
Gli atei sono in viaggio come il credente, e sono sulla stessa strada: essi sono convinti che Dio non esista, e percorrono questa strada alla ricerca di prove che avvalorino la loro tesi.
Il mio punto di vista è che gli agnostici, invece, dicano semplicemente: Dio esiste? Dio non esiste? E chissenefrega!
Non è una cosa che mi interessa.

Questo è il non navigare, è il non camminare, è il non mettersi in discussione.

Credimi, credenti e atei camminano fianco a fianco su una strada sconosciuta ad entrambi, ma entrambi sono convinti che quella strada giunga da qualche parte.
Gli agnostici? Stanno a casa, seduti sulla sedia, ad aspettare che tornino gli altri con la risposta.

Evviva i naviganti.

cicci ha detto...

tentativo 3664 di mettere un commento, magari stavolta ce la faccio!ma l'anonimo dove l'hai trovato?!Io credo in Dio,ma non so spiegare il perchè...di sicuro non è stato una cosa nata dalla costrizione della famiglia (mamma mi portava a messa giusto per la benedizione finale).Ora invece mi ritrovo a sentirmi un po' vuota se non sono andata a messa una domenica, e mi vien da chiederGli scusa.Una stupidata per alcuni, non per me.Mi trovo coi ragazzi delle superiori che mi chiedono a cosa serva credere...a nulla, non si crede per avere un ritorno, ma si crede per la necessità di ringraziare di vivere, di respirare, di vedere...anche 'solo' il miracolo della vita, per la scienza due cellule che si uniscono, per Dio due suoi figli che dall'amore generano amore.

Vendostelle ha detto...

L'anonimo molto probabilmente ha le sue idee..,non condivido con lui la sentenza in cui lui dice cos'e' giusto o meno,non credo lui ne sia cosi' certo..
Cos'e' giusto cos'e' sbagliato..chi lo puo' mai sapere??

Io sto' molto "attento" a chi crede..
Sto' molto "attento" anche a chi non crede..
Io me ne rimango per il momento in tribuna a osservare l'evolversi delle mie domande prima di credere o meno..
E' certo che se provo a credere ad aver fede.. mi sento meno vuoto...
Finalmente ci sei riuscita...quale onore??
Grazie ragazza del terzo millennio..,nelle tue mani deposito il mio logoro primato di maschio..mi raccomando..incassa il futuro anche per me!!
A presto..

Monicanta ha detto...

Grazie a Dio sono ateo..
Oscar Wilde

Sciura Pina ha detto...

Una delle mie zie viveva in campagna, un giorno mi ha portato a vedere i frutteti, ha trovato un passero a terra, lo ha raccolto fra le mani e me l'ha mostrato con queste parole: "Dio, el gh'è".
Semplicemente voleva spiegarmi che la perfezione e la bellezza stessa della natura ci parlano dell'esistenza di Dio.

duhangst ha detto...

Affrontare un argomento come questo è sempre difficile, non basta solo il raziocinio, per credere in Dio occorre fede, magari non cieca e assoluta ma fede, io questa fede non la ho..

perlinavichinga ha detto...

io credo ci sia qualcosa... ma cosa?
non lo so...
grazie per la fiducia! spero di non deluderti...
baci

BLOG NEWS ha detto...

Domani alle 21:30 sono LIVE sul mio blog!Argomento della serata :
OPERAZIONE ODESSA il canale dei ratti

Alberto ha detto...

è il catrame che conferisce quel tocco di non so che... che botta di salute!

Quintin ha detto...

Dio? non ci credo ma, come tanti, penso, ho paura dell'ignoto. Forse la differenza è che io sono fiducioso del conosciuto
si, puoi chiamarmi materialista da 4 soldi, e io ti rispondo chiamami pure tommaso ;)

Quintin ha detto...

e, dovendo trovarmi dio davanti, alla mia dipartita, lo ripeterei anche a lui :)

luana modini ha detto...

Dio esiste. è l'unica certezza ke ho, nn sono nemmeno convinta al cento xcento ke morirò. Ma Dio esiste.
un salutissimo
luana modini

rossana ha detto...

dio esiste?uhm secondo me sì...ma a volte inizio a dubitare poi ci ricredo , poi non so...mah Oo

Sw4n ha detto...

"e voi materialisti, con il vostro chiodo fisso, che Dio è morto e siamo soli in questo abisso..."

Francesco Guccini

viola ha detto...

esiste. ma è distratto.

Ado ha detto...

ci sono momenti in cui,avere fede, è un appiglio necessario di sopravvivenza.. ciao :-)

Oriana ha detto...

grazie per il passaggio dal mio blog!

chi@r@ ha detto...

:) che gran bel argomento ...anzi molti argomenti....la fiducia in se.....il tempo che non ci dedichiamo mentre corriamo in direzioni che scegliamo più importanti di altre(le nostre scelte) ........dio........e l'idea di lui......la fede......beh in fondo siamo migliardi e migliardi sono le strade.....il tuo stupore probabilmente è la tua .......ma questo lo sai solo tu vendo stelle......
Sai in questo mondo (sia virtuale sia reale) molti aspettano al sicuro prima di esporsi facendosi conoscere...tu no...tu un pò come me rischi e ti doni .....sappi che io questo lo apprezzo molto ....e in fondo ai miei occhi è un atto di fede più grande di chi si proclama "credente"
Accettare che ci sia il nulla dopo la morte per me è facile dato che so intimamente certa che non è così...ma so anche che solo se si accetta il nulla puoi entrare ovunque :)


la realtà di questo mondo in mille mondi.......chi sa trovarla davvero in fondo?
al massimo possiamo sfiorare la "nostra"......
buona vita vendo stelle.

irene ha detto...

credere o non credere.. e se credere.. in che cosa? qualcosa che ci impongono? qualcosa che ci consigliano? qualcosa che sentiamo? sento troppi che dicono di credere in cose che nemmeno lontanamente mettono in pratica.. sento gente che non crede ma sa essere fedele e fiducioso.. io credo in me stessa.. e nelle persone di cui mi circondo! credo che questo mi basti per affrontare la vita.. inferno o paradiso a quel punto conta davvero poco! la compagnia e' quella giusta.. il posto e' secondario!

Anonimo ha detto...

se Dio non esistesse...come farebbe esistere la perfezione che è l'universo? quella che noi stiamo rovinando perchè creati liberi di pensare e agire... dio esiste per chi crede nell'Amore...chi non sa amare ...non vede Dio.. ho 20 anni.. e l'unica cosa di cui sono certa è che Lui c'è e non ci lascia mai soli, anche se a volte è dificile capire perchè certe cose accadono... ma un giorno lo sapremo.. trovo la chiesa in certi punti sbagliata, certe iddee e pregiudizi..Dio non puo esser rinchiuso in dei libri..un prete non puo dirci cosa è giusto o no .. solo lui puo giudicarci.. ringrazio stefano il mio ex ragazzo per avermi insegnato ad amare .gli uomini...e quindi Dio.

stefania